Home / Ansia, paure e fobie / Superare la paura di guidare in autostrada

Superare la paura di guidare in autostrada

I casi di amaxofobia, ovvero di persone che hanno paura di guidare, sono davvero molti! Ma la paura, per alcuni è circoscritta alla guida in autostrada.

Ma come funziona tale fobia? Come si può intervenire efficacemente per superare la paura di perdere il controllo dell’auto e/o di fare del male a qualcuno o a se stessi?

 

 

 

Abbiamo già parlato della paura di guidare in passato e di come la persona resta intrappolata nella paura della paura.

Oggi esaminiamo in dettaglio la paura di guidare in autostrada analizzando la paura, le possibili cause e come la Terapia strategica sia efficace ed efficiente nella riabilitazione di questa invalidante fobia.

 

Le paure più comuni sottese all’amaxofobia

Chi ha paura di guidare generalmente può temere di:

  • Perdere il controllo del corpo e quindi del veicolo causando danni a persone e a cose.
  • Paura di morire di paura 
  • Paura di fare del male a qualcuno e non rendersene conto
  • Paura di essere colpiti da un raptus e farsi o fare del male
  • Paura di essere colpiti da un malore e perdere il controllo dell’auto
  • Paura di avere un attacco di panico
  • Paura di non avere vie di fuga 

Buona parte degli amaxofobici per evitare tali eventualità evitano di mettersi alla guida o lo fanno con estrema ansia anticipatoria, tensione e adottando delle precauzioni (prendere farmaci prima di guidare, impostare il navigatore in moda da evitare l’autostrada, studiare il percorso analizzando la pericolosità del tragitto e/o la presenza di cavalcavia, ponti, tunnel, discese troppo ripide, curve e tornanti ecc…).
Tutto ciò in ogni caso rende la guida un vero e proprio inferno.
Queste paure possono essere associate ad una condizione particolare della guida come ad esempio:

Guidare in galleria

Guidare  su un viadotto

Guidare in montagna

Guidare in discesa

Guidare da soli

Guidare di notte

Guidare in città

Guidare in autostrada e superstrada

 

Frequenti sono i casi in cui la paura di guidare è associata alla paura dell’altezza (acrofobia) per cui la persona ha paura di guidare in montagna o  di attraversare viadotti e ponti autostradali. Alcuni sono invece terrorizzati dall’idea di restare  intrappolati nel traffico, altri di guidare da soli perchè in caso di panico nessuno può sostituirli nella guida.

Spesso chi ha paura di guidare in autostrada teme la velocità, la possibilità di attraversare i ponti (per paura di cadere di sotto o di visualizzare spazi troppo ampli al di sotto di essi) e le gallerie (paura i restarne intrappolati). In particolare chi guida in autostrada non ha una via di fuga immediata in caso di traffico o di panico e ciò induce la persona ed evitare di guidarvi.

Naturalmente la paura è irrazionale ed in quanto tale tante e svariate possono essere le paure associate al luogo o alla situazione fobica.

Quando si presenta la paura

La paura di guidare può presentarsi prima, durante e dopo la guida. Alcuni hanno talmente tanta ansia anticipatoria e paura di aver paura o che succeda ciò che temono da evitare totalmente la guida. Altri si mettono alla guida ma con estrema angoscia ed ansia da star male fisicamente dalla paura tanto da realizzare ciò che temono: alcuni hanno così tanta paura che come reazione istintiva tendono ad accelerare o a frenare bruscamente mettendo a rischio la propria ed altrui incolumità.

Alcune persone affrontano la guida con tranquillità ma successivamente sono assaliti dal dubbio e dall’ossessione di aver fatto del male a qualcuno senza essersene resi conto.

 

Come superare la paura di guidare

Come nel caso delle altre fobie o problematiche connesse con la paura, la terapia breve strategica utilizza delle tecniche psicologiche specifiche in grado di modificare il sistema di percezione e di reazione di fronte la paura.

Quando ci succede di provare paura in una determinata situazione (o di costruircela mentalmente) il nostro sistema nervoso innesca un meccanismo d’allarme in situazioni simili a quelle in cui abbiamo sperimentato la paura, tanto da condurre la persona ad avere dei sintomi fisici quali tachicardia, ansia, sudorazione che possono condurre alla perdita di controllo e al panico.

Solo adottando delle strategie specifiche che aiutano il sistema nervoso a disattivare il sistema d’allarme protettivo è possibile ristabilire un ordine privo di paura ed ansia.

L’intervento strategico breve è inoltre specifico sul problema presentato dalla persona, non lavora sul passato ed è efficace in tempi brevi (10-15 incontri).

 

Superare la paura di guidare si può, non è un percorso facile come molti percorsi della vita, ma non è cosi lungo e dispendioso da costringerci ad essere vittime della paura.

 

 

4.5 / 5 stars     

Breve bio Dott.ssa Claudia Riccardi

Check Also

Come superare le paure?

La  paura di un male è a volte più pericolosa del male stesso! Oggi scopriamo …

104 commenti

  1. Io ho questo problema! Ho 30 anni e ad un certo punto ho cominciato ad avere attacchi di panico quando guidavo in autostrada… nelle strade che conosco non è un problema ma in autostrada è un vero incubo, sopratutto se sono da solo! tanti, anche persone del mestiere, attribuiscono questa paura ad un brutto incidente che ho avuto qualche anno prima in galleria (tra l’altro ero il passegero) però io non sono convinto che derivi tutto da li! io credo che sia una delle ultime fobie che mi sono rimaste derivate un periodo nero che ho passato circa 4 anni fa, dove avevo paura di tutto! adesso voglio risolvere questo problema, voglio tornare a guidare dove voglio, prima di aver questi problemi ho fatto tanti viaggi in macchina… oggi non riesco a fare neanche qualche decina di kilometri! consigli?

    • Ciao Marco ti consiglio di intraprendere una psicoterapia breve strategica. Ha un’elevata efficacia ed efficienza (in breve tempo) con tutte le difficoltà fobiche noi all’IRP di Roma la utilizziamo da anni con grande successo. Purtroppo i consigli non bastano quando si devono fronteggiare problematiche connesse con la paura. In bocca al lupo e fammi sapere come è andata.

  2. Ciao… ho 26 anni, la patente l’ho presa subito appena compiuto i 18 anni,mi è sempre piaciuto guidare, mi sento una persona molto libera e mi piace mettere la musica e fare anche dei lunghi viaggi da sola..almeno fino a 3 anni fa. Una sera tornando da un corso ho preso l’autostrada per tornare a casa e sono stata colta da brividi e un calo di pressione non essendoci la possibilità fermarmi a causa delle gallerie ho proseguito fino alla prima uscita autostradale; da li è arrivata mia mamma è mi ha portato al pronto dove mi hanno detto che in problema era stress e disidratazione ..per fortuna non ci sono stati incidenti e dopo un paio d’ore ero fuori dal pronto ma io da quel momento non sono più riuscita ad entrare in autostrada da sola.Questa situazione mi pesa molto e ci patisco ma non so come risolverla.
    Grazie

    • Ciao Francesca la maggior parte delle persone che ha panico è ipoteso. Quando ci accade di star male il nostro sistema nervoso, difensivamente attiva dei segnali d’allarme e di fuga nelle situazioni simili a quelle in cui si è stati in pericolo. Capisco il tuo male anche a te consiglio di intraprendere una terapia breve strategica è breve (10/15 sedute ed è focalizzata sulla risoluzione della fobia o paura). Buon tutto

      • ciao…mi chiamo claudio e ho 29 anni
        ma volevo sapere se questa patologia e curabile?ovvero mi spiego meglio io guido sempre o pieno possesso della mia auto sono sicuro di me stesso e riesco anche a condurre una giuda sportiva…
        ma questo hai me! succede solo in città.
        perche se invece dovessi imboccare una strada exstraurbana o magari un auto strada li ci sono problemi…
        non riesco a guidare mi vengono degli attacchi di panico incomincio a tremare le gambe diventano pesanti la respirazione si fa affannata e sono costretto a mettermi in un angolo con la paura di morire …ma poi dopo un po mi faccio forza e riesco a riprendere il controllo del auto e ripartire .
        questo mi crea molto disagio anche perche sono molto limitato ovviamente evito in maniera assoluta di prendere questo tipo di strade.
        ora vorrei sapere se questo puo dipendere dal fatto che in queste tipo di strade non ci sono punti di riferimento? come magari ci puo essere in una strada cittadina che puo essere il marciapiede ecc ecc e si puo curare ?
        grazie infinitamente per il tempo dedicato

        • dott.ssa Claudia Riccardi

          Ciao Claudio i perchè possono essere molti e spesso la ricerca delle cause non è risolutiva. Il nostro cervello apprende in modo straordinario e spesso basta una piccola sensazione di paura provata in un luogo o in una situazione a comunicare al nostro sistema nervoso la necessità di scatenare dei meccanismi di allarme in situazioni simili. Il tuo sistema nervoso percepisce un pericolo ed è per questo che si hanno i sintomi del panico. Si può guarire efficacemnete riaddestrando il sistema nervoso con una psicoterapia che affronta specificatamente suddetta fobia che dia degli strumenti pratici per gestire la paura. E’ dunque possibile che la tua paura sia relazionata allo spazio aperto privo di punti di riferimento e dunque il tuo sistema nervoso in tali situazioni attiva dei meccanismi di allarme che se mal gestiti conducono al panico.
          Buon Tutto e in bocca al lupo

  3. salve dottoressa,avevo 20 anni e guidavo un furgoncino carico di persone ,direzione bologna….ebbi il primo attacco di panico in autostrada,ricordo che i ragazzi facevano un casino assurdo ,c’era molta confusione,il furgone si imbarco leggermente,ma tutto controllabile….subito dopo pero, mi dovetti fermare,pensando di stare veramente male……il classico attacco di panico pe me sconosciuto..da allora,ne ebbi di diversi ,….anche dentro centri commerciali, treni,metropolitane,ma felicemente a 30 anni,posso dire di aver consciuto le mie paure tanto da assorbirle,……..tranne che ……..la maledettissima paura di guidare in autostrada..:(.per me attraversare un ponte in autostrada preceduto da una lunga discesa che continua poi con lunga salita,rappresenta il terrore puro….ho un ottima guida,potrei fare roma hong kong in ferrari a mille tutta una tirata :D,ma please nn fatemi introdurre la via card che inizio a sudarefreddo…….e questa roba mi ha stufato veramente…anche perche ho un altro problema ,la mia professione mi impone viaggi,e ho paura di volare…ma devo volare!!!!, inizialmente avevo paura del mezzo in se,poi col tempo ,fidandomi…:Dpaura dell’altezza,e una malinconia estrema in aereoporto.
    molto ho risolto con rescue remedy…ma vorrei sapere i costi per una terapia ,e se potremmo affrontare tutte e due le tematiche ,volo e auto.grazie e aspetto con ansia sua risposta.buon lavoro.
    simone

    • dott.ssa Claudia Riccardi

      Salve Simon, capisco e conosco bene la problematica.
      il mio approccio di Terapia Breve è indicato per entrambe le paure. I costi non sono alti considerando anche che con una media di 12 sedute di solito si supera la difficoltà e che la terapia è ogni due settimane. Per altre informazioni puoi chiamarmi senza problemi. Buon Tutto!

  4. salve dottoressa sono claudio le ho gia scritto qui per la paura degli spazzi aperti… ma questa volta non sono venuto qui per avere un consiglio ma ben si per ringraziarla di cuore.
    infatti lei non lo sa ma con poche parole mi ha cambiato il modo di vedere le cose e io che sincermante parlandoo non credevo nemeno nella psicoanalisi ma sono bastati pochi consigli per farmi vedere il mondo in un altra prospetiva diciamo che per ora non sono guarito del tutto dalla mia fobia ma riesco a gestire meglio la mia paura
    e per questo volevo ringraziarla e augurargli tutto il bene di questo mondo cordiali saluti e grazie ancora

  5. Mi saprebbe indicare un buon terapista per la fobia di guidare in autostrada a Milano?
    Grazie!!!

    • dott.ssa Claudia Riccardi

      A Milano conosco la dott.ssa Roberta Milanese, il dott. Davide Algieri e il dott. luca Mazzucchelli. Hanno tutti un sito web e sono esperti in Terapia Breve Strategica.
      In bocca al lupo

  6. Salve dottoressa,
    sono anni che convivo con questa mia paura di guidare in autostrada, sopratrutto quando e’ molto trafficata, dove mi prendono attacchi di panico. Non so se questo e’ dovuto a due incidenti avuti non come guidatore, tanti annia fa senza gravi conseguenze e non in autostrada.
    Saprebbe consigliarmi un buon terapista a Trieste??

    La ringrazio

    Codriali Saluti

  7. Salve dott.ssa, è da diversi anni che convivo con il problema della guida e, più passa il tempo, più mi sento in trappola.Ho 35 anni, mi reputo una donna di successo e che non ha mai avuto problemi familiari, tipo un padre-padrone ecc…ma, al contrario, i miei genitori sono sempre state persone molto aperte…al massimo ho ereditato lo stato di ansia che ha mia madre per tante cose nella vita…ma la definirei non a livelli gravi…Comunque ora da un anno sono sposata e, per andare al lavoro, sono costretta a far allungare un po’ di strada a mio marito..e non è una cosa normale, soprattutto se si considera che è da novembre scorso che ho acquistato una smart nuova, proprio per avere quanto meno problemi possibili, avendo quest’ultima il cambio automatico….Ma non è servito a niente….quelle poche volte che ho guidato con mio marito…che a volte mi riprendeva su delle cose per farmi capire….era uno sforzo abissale…la maggior parte delle volte ho ceduto il mio posto di guida…per non parlare delle gambe….mi tremavano tantissimo…una forte tachicardia…e la notte prima non sono mai riuscita a dormire…inoltre…solo a parlarne ho un peso al torace..Inoltre di fronte il palazzo si casa mia, all’interno del quale c’è un cortile stretto dove è parcheggiata la mia auto..insieme a quelle degli altri condomini, c’è un autolavaggio…quindi le auto si mettono sempre di traverso..ovunque..e consideri che stiamo parlando di una salita..inoltre il proprietario dell’autolavaggio…che vede sempre mio marito portare la mia macchina a lavare…mi fa battute sul fatto che non guido ecc…credo che il mio sia più un fatto di vergogna e di paura di sbagliare…so che è assurdo ma io, anche al lavoro, ho bisogno di prendere subito dimestichezza con le cose nuove..altrimenti mi sento male…
    Cosa devo fare per riuscire a raggiungere questo obiettivo per me vitale?
    La ringrazio.
    Cordiali saluti.

  8. Buongiorno, ho un grosso problema che mi rende molto difficile viaggiare in auto, essere passeggera è diventato un incubo.
    ho paura, appena vedo avvicinarsi le auto davanti inizio a sudare e ad avere scatti di vera paura, soprattutto quando frenano.
    non mi piace andare in autostorada, per niente, ma il problema più grosso è quello di non riuscire a stare seduta come passeggero senza avere attacchi di vera paura, sudore, terrore vero senza fine, anche per ore e ore. cosa posso fare per risolvere questo problema? sto rendendo impossibile i viaggi anche a mio marito
    grazie mille

    • dott.ssa Claudia Riccardi

      Cara Ema consiglio a tutti quelli che hanno questa difficoltà di intraprendere una psicoterapia da esperti in campo di fobie, paure e panico. E la psicoterapia breve strategica è il trattamento che sento di consigliare a molti perchè è il mio approccio, perchè la pratico da un pò di anni per il trattamento di queste difficoltà con ottimi risultati.
      IN BOCCA AL LUPO.

  9. salve dottoressa ho ventidue anni e soffro di crisi di panico da 6-7 anni dopo che ho visto morire un mio compagno di squadra in campo per cause mai del tutto capite.ho una grandissima fobia di prendere l’autostrada da solo,in città riesco a guidare ma il sol pensiero di prendere l’autostrada o la tangenziale mi angoscia,inizio a sudare a non riuscire a respirare e ho la sensazione di morire.ho provato ripetutamente a prenderla da solo ma non riesco mi devo sempre fermare per calmarmi cercando aiuto tramite il cellulare.vorrei dei consigli da lei e se conosce un buon medico che possa aiutarmi a salerno

  10. Salve dottoressa,io soffro di attacco di panico da 6 7 anni.Molto probabilmente ciò e dovuto al fatto che ho assistito alla morte di un mio compagno di squadra durante una partita di calcio.quello che mi capita e che ogni volta che penso di prendere un autostrada o una tangenziale da solo mi viene l ansia e mi blocco.ho provato ad affrontare questa mia paura con pessimi risultati poiché mi sentivo come morire,non riuscivo a respirare e mi sono dovuto fermare in tangenziale per calmarmi e cercare aiuto tramite cellulare. Cosa molto simile succede per l aereo.vorrei qualche consiglio per superare il problema oppure mi consigli un medico adatto nella zona di salerno.Grazie anticipatamente

    • dott.ssa Claudia Riccardi

      Caro Alessio spesso alcune fobie insorgono in seguito ad un evento traumatico anche se possono non avere un legame logico. Purtroppo non conosco nessuno nella zona di Salerno. HO guardato SU Internet e ho visto che il dottor Antonio Justo è esperto in TBS. Se avessi una difficoltà come la tua io sceglierei lui tra quelli che ci sono a Salerno. In bocca al lupo.

  11. salve dottoressa.ho scoperto di essere una persona ansiosa da 2 anni …non faccio uso di alcun farmaco e finora x fortuna non ho mai avuto un attacco di panico,ma sn 2 anni che non riesco ad affrontare l autostrada (non che prima avevo molta confidenza ).ho fatto qualche breve viaggio alla giuda,ma sempre accompagnata ,ora non riesco più a guidare nemmeno in compagnia. non so cosa mi provoca questo malessere ,solo al pensiero mi sale l ansia,mi sento incapace ….ma la mia più grande paura è la paura di sentirmi male e non potermi fermare. conosce un psicologo a verona,sarei intenzionata a fare qualche seduta di tbs.la ringrazio.

    • dott.ssa Claudia Riccardi

      Salve non conosco nessuno a Verona ma ho visto che ci sono tanti esperti IN TERAPIA BREVE STRATEGICA. In bocca al lupo

  12. ho 33 anni e devo affrontare l’esame di pratica per la patente che sono obbligata a prendere perché dove abito io non ho altra possibilita’. A parte questo il mio problema e’ che sono terrorizzata dal fatto di non sapere controllare la macchina e quindi tendo ad avere paura di superare i 60 km/h e questo mi crea dei problemi perché l’esame si svolge anche in autostrada! Devo superare questa fobia prima dell’esame che si svolge a fine mese. Mi puo’ aiutare? Grazie

  13. salve dottoressa,
    io ho preso la patente a 18 anni e non ho mai guidato..ne ho trentaquattro e più passa il tempo più la paura di mettermi alla guida aumenta e in particolare la paura di creare qualche incidente…ho sempre accuratamente evitato di guidare e ho fatto in modo sempre di lavorare e muovermi in zone ben servite da mezzi pubblici,ma adesso comincio ad averne abbastanza di non essere totalmente autonoma e di dover rinunciare a parte della mia vita perchè non so come muovermi…a chi posso rivolgermi a napoli e provincia? la ringrazio e la saluto

  14. Salve, anche io come gli altri soffro di questo disturbo, ovvero, ho molta paura di imboccare superstrada e autostrada. Ultimamente, poi, comincio ad avere sempre più angoscia anche in tragitti interni alla città che conosco poco, quindi temo che i miei problemi si stiano aggravando. Sono già seguita da una psicoterapeuta per altri gravi problemi familiari, ma non so se questa dottoressa sia in grado di aiutarmi per quanto riguarda questo problema specifico. Saprebbe indicarmi uno specialista in TBS a Foligno? Grazie.

  15. Ciao Francesca non ne conosco ma su internet ho visto che ci sono alcuni cerchi e scelga.
    In bocca al lupo

  16. Salve Dottoressa. Io sono romano d’origine ma vivo a Milano. Posso passarla a trovare per una seduta, però abitando al nord non posso fare più sedute ovviamente. Vorrei intraprendere questo tipo di percorso ma dovrei cercare qualcosa su al nord. Non sa gentilmente indicarmi un dottore di fiducia o il tipo di terapia che dovrei cercare su internet per trovare un esperto qui al nord? Grazie

  17. Salve dott.ssa, volevo sapere se ha conoscenza di centri TBS a Rimini.
    Grazie mille

  18. buon giorno dottoressa, purtroppo anche io vengo da 1 anno di paura di guidare
    ho un’anamnesi molto complessa di anni e anni di attacchi di panico, che sto cercando di curare con psicoterapia e farmaco terapia.
    Fino ad un anno fa pero’ il guidare non era assolutamente un problema,
    so di saperlo fare bene a basse e o ad alte velocita’.
    oggi come oggi pero’ piu’ la strada e’ diritta e larga peggio e’
    superare e’ impossibile gidare pure,
    perdo il controllo del corpo e guindi della mia auto.
    se guido in montagna o su strade dove l’impegno e’ elevato nessun problema
    sono di cesena, ci sono centri tbs vicini?
    grazie per la sua risposta.
    ANDRA

  19. salve dotoressa.ho 45 anni. premetto che intorno ai 25 anni ho sofferto di ansia e attacchi di panico(soprattutto in auto) indipendentemente da autostrade o strade cittadine trafficate. avevo il terrore del traffico , questo credo sia stato dovuto alla scoperta di una patologia tumorale a mio padre che lo ha poi portato al decesso, pian piano ho vinto le mie paure ristabilendo un equilibrio, dominando l’ansia e il panico. ho riiniziato anche a viaggiare sia in auto che in aereo, pensi che sono arrivato in un anno anche a dieci /dodici voli. poi improvvisamente qualcosa e’ cambiato, sto riiniziando ad avere attacchi di ansia e panico anche se piu’ lievi e il dover riaffrontare quei brutti ricordi mi spaventa. inizialmente avevo ansia e panico nei tunnel solo con la moto ma ora anche con l’auto. Ho paura di afrontare autostrade e tunnel e da solo ancor di piu’. forse perche’ qualche mese fa ho dovuto affrontare 1600 Km di autostrada per un malore che ha avuto mia madre e per il quale ho rivissuto la storia di mio padre? anche se poi tutto e’ andato per il verso buono; pero’ ne ho sofferto ancora tanto. ho letto della terapia breve che ha consigliato a molti utenti pero’ non le nascondo che ne provo un po’ vergogna e poi penso di poterne uscire da solo cosi’ come la prima volta! lei cosa mi consiglia? io ho una voglia matta di ritornare in forma come prima senza angosce e paure. grazie.

    • La paura è democratica colpisce chiunque e all’improvviso… e anche la vergogna è un sentimento naturale in questi casi ma ha più paura di continuare ad avere paura o della vergogna? Rivolgersi ad un professionista specializzato che ha l’obiettivo di aiutarci a superare un blocco è spesso la soluzione migliore. Essendo la paura irrazionale ed arcaica essa ha spesso sempre la meglio sulla razionalità. Ed è per questo che diventa difficile riuscire soli.
      Buon tutto

  20. Salve dottoressa, le scrivo in quanto da quattro anni non riesco più a guidare in autostrada o in altre strade ad alta velocità in seguito ad un attacco di panico. Stavo guidando in autostrada con mia madre e mia figlia che al tempo aveva solo un anno e mi sono sentita male nel sorpasso di un camion. Da ora non riesco a guidare se non in città. Vivo in provincia e percorro sempre i soliti percorsi anche se per un po’ di tempo ho fatto fatica ad arrivare a lavoro! Ho tentato di guidare due volte in strade che ritenevo off limits e non ci sono riuscita. Ora il problema si presenta anche per la guida come passeggero. Vorrei contattare uno specialista nella mia zona, Venezia-Padova. La ringrazio, spero di ritornare com’ero !

  21. Salve dottoressa. Ho 47 anni e soffro di attacchi di panico. Avevo 30 anni, guidavo bene ero bravo e l’auto mi rilassava, mettevo lo stereo e mi piaceva pensare. Poi un giorno dovevo andare a suonare ( sono un musicista ) in un posto raggiungibile sia in autostrada che per superstrade, decisi di prendere l’autostrada 160 km orari e via. Ad un certo punto difronte a me si presenta una galleria sotto di una grossa montagna, entro dentro ed ecco il terrore, le gambe tremano, un calore che sale dai piedi sino alla testa, una sensazione di scossa elettrica al cervello, respiro affannoso, una sensazione di depersonalizzazione.. La paura di non farcela, ma ecco finalmente l’uscita. Esco alla prima deviazione e scendo ma quasi cado. Niente forza nelle gambe.. E anche se l’attacco era finito sembrava che 20 persone tutte insieme m’avessero picchiato. Da allora evitavo di guidare in autostrada da solo, e mi sono spostato al lato passeggero.. Poi e’ arrivata la paura anche dal lato passeggero .. Dovevo fare qualcosa assolutamente . Psichiatra, anni di terapia con sereupin, e di tanto in tanto un piccolo tavor. Poi sono andato da più psicoterapeuti con soluzioni entro 4 mesi .. Macché nessun miglioramento. Ormai ci credo poco, la psicoterapia sarà pure utile ma va a svegliarti paure vecchie e sensazioni dimenticate. Cosa fare? Magari non ho trovato il medico giusto ?

  22. Buonasera dottoressa rispondo alla sua domanda: non ho provato questa soluzione che lei mi dice, ma come le dicevo ho provato ad andare da psicoterapeuti che mi hanno assicurato soluzioni in 4 mesi. Risultato zero. Io sono di cosenza mi potrebbe fare più informazioni a riguardo? In cosa consiste ecc ecc. certo che voglio guarire. Mi aiuti

  23. Ciao sono lorenzo anche io ho il problema di guidare in autostrda eppure non mi è mai successo niente. Se conoscete qualche dottore verso prato,pistoia,firenze fatemi sapere grazie!!!

  24. Salve, anche io sono una persona altamente fobica. Abito in Abruzzo e dopo aver letto i puoi suggerimenti mi piacerebbe sapere in Abruzzo a chi rivolgermi x questo tipo di terapia. La ringrazio e la saluto cordialmente. ELISABETTA

  25. Salve Dottoressa,
    anche io ho paura di guidare in autostrada. E’ una situazione molto invalidante, ho paura che se faccio passare ancora del tempo per risolvere questo problema la cosa degenererà al punto di non farmi più guidare.
    Io vivo a Roma, ho 37 anni e da quando ho preso la patente ho sempre guidato ovunque, tranne sulla soprelevata, perchè ho le vertigini. Quando facevo scuola guida mio padre mi portava addirittura in autostrada e io ero tranquillissima.
    Prima abitavo in periferia quindi per me era sistematico prendere il raccordo, poi sono andata a vivere in centro e ho quasi eliminato la macchina, per questioni pratiche legate al traffico e al parcheggio, non alla paura. Forse in quel periodo ho perso un po’ di pratica?
    L’anno scorso ho cominciato ad avere i primi sintomi di paura prendendo il raccordo e attraversando dei punti dove per me il senso degli spazi ampi era esagerato, però continuavo a guidare in autostrada senza limiti. Un giorno, in un periodo molto stressante, mentre stavo guidando sul raccordo ho cominciato a tremarte e sudare, il mio problema era che volevo uscire dal raccordo e mi sentivo male al pensiero che la prima uscita era dopo un solo minuto di tragitto, da allora mi sono data questo fantastico limite di non prendere più il raccordo, che poi si è allargato ad altre autostrade romane e strade consolari senza possibilità di uscita o sosta immediata.
    Tutto questo è un grosso limite anche per il mio lavoro. Per me è assurdo perchè ho sempre girato per tutta Roma percorrendo il raccordo in lungo e in largo era anche motivo di “vanto” per me poter girare e orientarmi per ogni dove in città. Va detto che paradossalmente non ho mai guidato in autostrada fuori dalla mia città, questo perchè non mi sentivo sicura nei posti che non conoscevo, in quanto avevo paura di trovare viadotti inaspettati.
    Anche a venti anni, dopo un anno di patente, ebbi un momento di crisi mentre stavo salendo sull’autostrada, mi sembrava di stare nel vuoto, mi fermai, sudavo e tremavo e cominciai a piangere, quindi mi feci venire a prendere da mio padre, che non diede peso al problema e così successivamente ripresi a guidare su quell’autostrada, pensando a come era stato assudro fermarsi e agitarsi tanto quel giorno. Questa volta invece non la supero, come mai?
    La ringrazio per l’ascolto.
    Cordialità.
    Diana

  26. Se conosce qualcuno a Bologna mi si sta.presentando lo stesso.problema.in autostrada ho sofferto 25 anni fa di panico ma non in autosrada guido tranquillamente dappertutto ma in autostrada ho paura questo da poco ho 47 anni grazie

    • Non conosco nessuno ma su internet ho visto che a Bologna ci sono molti esperti in Psicoterapia Strategica breve. Ho letto alcuni libri del dott. Andrea Fiorenza e mi sembra in gamba ma riceve a Casalecchio di Reno (BO).
      In bocca al lupo

  27. Salve dottoressa, il mio problema é la guida in autostrada, tutto é iniziato un giorno mentre viaggiavo con il mio furgoncino in autostrada ad un certo punto inizia una deviazione per dei lavori e la strada diventa a doppio senso di marcia, inizio ad avere paura e mi viene un attacco di panico da allora iniziano i problemi non riesco più a guidare in autostrada da solo, inizialmente anche in compagnia avevo grossi problemi, ma ho sempre affrontato la guida, adesso in compagnia guido tranquillamente da solo non riesco, fino a poco tempo prima di quell’episodio io andavo in autostrada anche in moto, adesso non riesco più. Potrebbe consigliarmi qualcuno che può aiutarmi in provincia di Messina. Grazie

  28. dott.ssa buonasera, ho 47 anni convivo con il problema della guida in autostrada dal ’96, gallerie, discese ripide, viadotti, asfalto molto scuro ( per es. appena rifatto…) ; rallento man mano fin quasi a fermarmi, a volte non riesco a superare gli 80 km orari e sono costretto a guidare sulla corsia di destra. un disastro, in pratica, un menomato…. mi puo’ dare qualche consiglio ? qualche collega su salerno? grazie

    ps qualche anno fa provai una terapia farmacologica con scarsi risultati

  29. È’ un conforto leggere che chi come me, e’ soggetto a queste ” fobie” nella guida, io per esempio ho avuto il mio primo attacco di panico a 23 anni, poi con il tempo senza farmaci e’ piano piano, scomparso, si è’ ripresentato all’età di 42 anni, purtroppo anche con una terapia farmacologica rimane sempre in attesa di manifestarsi, sempre in automobile, peggiora con autostrada e gallerie. Gentilmente mi consiglierebbe il miglior collega in Bologna dove potrei rivolgere e risolvere questa pesante situazione angosciosa?
    La ringrazio

  30. Salve dottoressa, purtroppo ho anche io questo problema di guidare in autostrada.. Credo sia la paura della velocitá, cosa mi cosiglia ? Sono di Napoli conosce qualcuno in zona?
    Grazie mille

  31. Dottoressa grazie del tempo che potrà concedermi soffro di attacchi di panico su strada di montagna e nell’attraversamento di viadotti o su strade tipo costiera amalfitana saprebbe indicarmi uno psicoterapeut nella zona di gaeta formia la ringrazio con tutto il cuore

  32. Buonasera Dottoressa,
    Ho 31 anni e ho preso la patente nel 2014 ( da premettere che quando ho preso la patente il mio maestro di scuola guida mi ha fatto superare l’esame con mio padre e raramente con mi patto che poi mi faceva fare altre guide ma poi non aveva tempo e non le ho fatte).
    A breve devo iniziare a lavorare, sono laureata in scienze della educazione educatori extrascolastici.
    Ho guidato sempre e continuo con mia madre, mia sorella e mia cugina. Quando devo guidare:1)Ho difficoltà a mantenere la destra perché ho paura di prendere il marciapiede o di tamponare le macchine parcheggiate vicino al marciapiede 2)Ho paura di tamponare mentre guido la macchine che mi camminano affianco
    3)quando devo fare marcia indietro ES: quando devo uscire da un parcheggio non vedo la strada dietro la distanza e affianco la distanza e quindi se vi è parcheggiata una macchina o qualsiasi cosa vi è non vedendo la distanza non capisco se la prendo( io penso perché non sono alta 1:48 ma non so come risolvere, ho provato a guidare anche con un cuscino ma non mi trovo sembra che non arrivo ai pedali) 4)Ho paura alla fine delle salite 5) ho paura nei semafori alla fine delle salite 6) Ho paura nelle strade strette 7)Ho paura nelle strade dove sono parcheggiate le macchine sia a destra che a sinistra oppure solo a destra o a sinistra 8)Ho paura nelle strade a scorrimento veloce.
    Mi sto esercitando sempre e quando devo guidare per me è una sofferenza e ho paura di guidare sola e vi deve essere qualcuno affianco. Papà viene a guidare con me perché vuole che imparo e quindi per lui è un impegno.
    Anche io voglio imparare ovvio ma quando devo andare a guidare, quasi tuti i giorni, con papà (o sola raramente) è una sofferenza.
    Dopo tantissime guide non riesco a risolvere il problema.
    Tale problema non mi permette di andare in tantissimi posti, di uscire la sera se le amiche non possono accompagnarmi e venire a prendermi, mi fa sentire inferiore.
    A causa di tale problema sto malissimo. Come posso risolvere tale problema? ( Ora sto facendo soltanto guide, papà dice che devo guidare di più che guido troppo poco e che quando guido non devo parlare). Aiutami

    • ( da premettere che quando ho preso la patente il mio maestro di scuola guida mi ha fatto superare l’esame con il patto che poi mi faceva fare altre guide ma poi non aveva tempo e non le ho fatte).

    • Ho guidato sempre e continuo con mio padre e raramente con mia madre, mia sorella e mia cugina.

    • hai bisogno di costruire una sicurezza e questo lo si può fare solo con la pratica. Visto che la pratica è difficoltosa una terapia strategica può aiutarti ad acquisire degli strumenti per gestire la paura. Buon tutto!

  33. Buoansera,
    Saprebbe consigliarmi un esperto in zona geosseto?
    Grazie

  34. Giuseppe Vitale

    Salve,io vivo a Palermo anch’io provo questa sensazione di ansia quando entro in autostrada comincio ad avere respiro affannoso mi sento bloccare lo stomaco al punto di dover eruttare per sentirmi meglio non riesco a guidare serenamente come 4 anni fa quando guidare per me significava stare immerso in un grande relax amavo guidare più di qualcos’altro fino a quando un giorno in autostrada si è manifestato questo sintomo sudorazione e vertigini ..premetto che nella mia vita ho guidato tantissimo ho viaggiato tanto pioggia neve nebbia non avevo paura di niente sono sempre stato sicuro di me .Nella mia vita ho pure fatto autotrasportatore diciamolo stavo più in macchina che a casa..
    Questo problema è stato scatenato da un problema di muco nelle orecchie che mi creava problemi di equilibrio. .Ho continuato a guidare malgrado questo muco mi desse fastidio ma guidare per me era diventato sempre più complicato..ho sempre amato guidare e continuo ma presumo che questo star male mi abbia procurato un blocco psicologico a cui non riesco a venirne fuori.Adesso in parte ho superato i problemi di ovattamento .Le chiedo se conosce qualcuno e quali tempi ci sono per uscire da questo tunnel che mi rende infelice
    Grazie per sua disponibilità. Saluti

    • Salve Giuseppe in sicilia non conosco nessuno purtroppo ma ho visto che c’è il dott Nicola Patanè. Per i tempi calcoli una media di 10 incontri a cadenza bimensile. Di solito si riscontrano già molti cambiamenti dopo il 4 incontro. Buon tutto

  35. Gentile dottoressa, io ho 34 anni e da 5 anni guido la macchina per accompagnare mio figlio a scuola poi per recarmi al lavoro e nel mio tempo libero, tutto questo senza problemi perché mi muovo dentro la città. Ho iniziato quasi da subito invece ad avere paura di guidare in superstrada o viadotti e di seguito in autostrada non ho mai provato di guidare…la prima volta mi e successo vicino ad un aeroporto non so se era per il forte rumore oppure il non avere via di uscita. In superstrada ho la sensazione di perdere il controllo e di fare un incidente e quasi subito mi prende l’attacco vero e proprio con tachicardia e sensazione di sbandamento …. Io per superare la paura chiamo qualcuno al telefono o ascolto la musica oppure apro il finestrino…. Le ultime tre volte che ero costretta a prendere il viadotto fino alla ultimo minuto non ero convinta di farcela….ma ci sono riuscita. Io ho tanta voglia di viaggiare e di giudare e voglio superare questa paura. Lei avrebbe qualche collega bravo a Firenze? Grazie mille

  36. Salve dr.ssa mi chiamo Giuseppe e sono un ex agente di commercio, ho gli stessi sintomi e problemi di Martina nel post precedente e di tanti altri che hanno problemi di guidare in autostrada, su i viadotti, le gallerie ed in altre situazioni dove non c’è una via di fuga.
    Io vivo in abruzzo ed ho preso anche i contatti del dr. Cetroni che viene pescara, ma io vorrei fare le sedute da lei che mi sembra oltre che preparatissima anche una gran brava persona.
    Come posso mettermi in contatto per fissare degli appuntamenti e conoscere anche i costi ?
    Tenendo presente che dovrei venire in autobus devo cercare di organizzarmi con gli orari.
    Spero davvero mi possa aiutare a risolvere questo problema che mi angoscia fortemente ormai da anni e limita sempre di più lo stile di vita.
    Grazie.

    • Buonasera Giuseppe la ringrazio per la stima. In realtà la TBS ha un vero e proprio protocollo per il trattamento di questa problematica per cui tutti gli esperti sono in grado di replicarlo. Chiaro è che la terapia non è tecnica pura (serve esperienza, una buona relazione terapeutica e preparazione) ed è soggetta ad errore da parte del professionista (anche io potrei farne…). Se comunque decide di venire fino a Roma può contattarmi telefonicamente o compilare il form per avere tutti i dettagli. Buon tutto

  37. salve dottoressa,
    ho sempre guidato di giorno di notte , anche lunghe percorrenze. senza nessun problema.
    ho 45 anni e da qualche anno spesso mi capita di avere degli attacchi di ansia su autostrade molto larghe (3/4 corsie per senso) e dritte specialmente in prossimita di cartelli molto grandi ( quelli sospesi sulla carreggiata ad esempio) e alti e di cavalcavia sotto cui si passa. In quei casi mi aggrappo al volante e cerco di concentrarmi sulla strada ignorando i cartelli e i cavalcavia
    Non ho avuto mai traumi particolari….la cosa sta diventando piuttosto problematica
    grazie mille in anticipo per una sua risposta. Maurizio

  38. SALVE .. CONOSCETE CHI SI OCCIPA DI QST A SALERNO O NELLA PROVINCIA DI SALERNO ?!?!?

  39. Salve dottoressa mi chiamo lorenzo e ho 29 anni, da quando ho preso la patente a 18 anni ho sempre avuto il terrore di guidare in città e in autostrade, questo mi ha portato a depressioni e antisocialista.
    Volevo sapere se ci sono dottori che fanno questa cura anche a Fornovo san Giovanni (BG) la ringrazio.

  40. Salve,il mio problema e’quello dell’autostrada/superstrada, ogni volta che ci guido mi sento le palpitazioni, l’ ansia che mi invade e non mi permette di rimanere lucida nella guida,perdo di vista l’obiettivo!!!Ho provato da sola e devo dire che pensavo di esserci riuscita,pero’in realta’non mi immetto quasi mai nella corsia di sorpasso, cosa che invece vorrei fare come fanno tutti, ma ho una grande paura, riesco a mala pena a controllare quello che faccio io, come posso controllare il resto???

  41. Salve dottoressa mi chiamo enrico ho 27 anni e la mia professione e di autista ora sto finendo di prendere le patenti le volevo dire che la mia proccupazione e di nn farcela un indomani per i sintomi derivati dall ansia e per lo stress sa che a volte ti fa sentire stanco e senza forze che mi consiglia di fare? ?

  42. Salve, sicuramente la TBS è affascinante, al momento sto abbinando la peggiore fantasia ai 5 minuti per 5 volte il giorno. Devo dire che ancora non ho “osato” entrare in Superstrada o Autostrada. Dopo molti credo di aver intrapreso la strada giusta per incominciare di nuovo a guidare in galleria, superstrade ma soprattutto in strade dove è impossibile la via di fuga. Forza e coraggio.

  43. Buongiorno, al mio ragazzo hanno sospeso la patente e per le ferie estive devo prendere io la macchina.
    Andare in autostrada per un tratto di 7 ore. Io in autostrata non ci sono mai andata e mi spaventano tutte queste ore non so
    Che fare solo al pensiero mi viene la tacchicardia. Forse è anche perchè non l’ho mai presa.ho paura anche dei camion. La prego mi dia un consiglio. Magari sto sbagliando ragionamento.e devo solo tentare.
    Aspetto una sua risposta
    Annalisa

    • Buongiorno Annalisa è normale essere un pò spaventati verso le esperienze nuove… immagina chi deve affrontare un viaggio in aereo per la prima volta in età adulta… ed è cosi per te. Tu non hai una fobia è solo che non hai mai affrontato.. ABBIAMO MOLTE PIu’ RISORSE DI QUELLE CHE CREDIAMO… Ricordalo!!

  44. Buonasera,
    Ho letto dalle sue risposte che la TBS è molto valida per risolvere la paura di entrare in autostrada e percorrere le gallerie. Conosce qualcuno a Genova che utilizza questo metodo? la ringrazio anticipatamente. Cordialmente.

  45. buongiorno
    volevo sapere se c’è qualche dottore che si occupa di questa terapia in provincia di Pistoia

  46. Salve

    Conosce qualcuno che lavora con questo tipo di terapia in zona Brescia?

    Grazie e Saluti

  47. Buongiorno dottoressa ho 44 anni, ho preso la patente nel 1996 ed è da tanto tempo (circa dal 2006) che quando guido mi danno fastidio i viadotti (soprattutto con guardrail bassi), in autostrada, i Tir, la guida a sinistra i sorpassi soprattutto in curva, guido tutti i giorni e faccio la media di 30/40 km al giorno senza problemi, quando entro in autostrada tutto cambia, preferisco fare sempre le strade che conosco e quando devo andare in posto nuovo la cosa mi da fastidio. Vorrei girare di più fare dei viaggi in auto ma questa fobia che non va via mi frena. nella vita mi sento una persona molto forte e sicura, questo problema mi mette a disagio soprattutto nei confronti di mia moglie. se volessi trovare una causa sicuramento ho una mamma che è molto ansiosa che sicuramente mi ha trasmesso qualcosa lei ad esempio soffre di Agorofobia. Un altro episodio chiave è stato nel 2010 quando attraversavo l’autostrada Palermo Catania dove ci sono molti viadotti lunghi alti e con guardrail bassi e usurati verso la fine del tragitto ho cominciato a sudare freddo e ho fatto mettere alla guida mia moglie, Le chiedo un aiuto. saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.