Home / Ansia, paure e fobie / Paura di morire d’infarto

Paura di morire d’infarto

Molte persone che soffrono del disturbo da attacchi di panico o di ipocondria hanno paura di morire d’infarto.

imagesIn genere mentre l’ipocondriaco cerca costantemente prove circa la presenza di un difetto, un problema, una patologia del proprio cuore, il fobico ha paura di morire di paura o di perdere il controllo del cuore.

Esaminiamo in dettaglio le differenze che ci aiutano ad individuare le soluzioni disfunzionali che la persona adotta, in virtù della paura, ma che la incastrano in un circolo vizioso senza fine basato sulla paura di morire d’infarto.

Paura di morire d’infarto e disturbo da attacchi di panico

Chi soffre di attacchi di panico  con paura di morire d’infarto, teme che la propria paura possa provocare un infarto. Quando ha crisi di panico, spesso avverte un dolore al petto e tachicardia che aumenta con l’aumentare dell’agitazione.

Queste persone, sono in perenne ascolto del proprio cuore e in situazioni di crisi cercano di controllarsi ma con scarsi risultati.  Non solo ma è proprio il tentativo disperato di controllare la propria agitazione e il proprio battito cardiaco che provoca la perdita di controllo e il panico stesso.

Alcune persone con questo disturbo hanno attacchi di panico solo in alcune situazioni e per difendersi dalla possibilità che si possa realizzare la paura di morire d’infarto, evitano tutte queste situazioni. Ma la paura è una nemica beffarda! Più si evita più si alimenta la paura e la sfiducia di superarla.

Alcune persone riescono invece ad affrontare di più le situazioni (lavoro, spostamenti) seppur costretti però a proteggersi con delle precauzioni (farmaci, solo accompagnati, cartine con ospedali e cliniche in zona).

Ciò che dico sempre ai miei pazienti è che per vincere una paura c’è solo una possibilità: affrontarla! La terapia strategica breve aiuta proprio le persone ad affrontare la paura con l’aiuto di stratagemmi e di un vero e proprio addestramento.

Ipocondria, patofobia e paura di morire d’infarto

Mentre il patofobico teme di avere un difetto o una patologia cardiaca, l’ipocondriaco ne è certo. E sappiamo bene che chi cerca, trova!  se comincio a controllare i miei battiti cardiaci, la mia pressione, ad osservare le mie performance fisiche mi stresso e mi agito e quindi le influenzo.

Quando per paura, creo una interferenza tra le mie sensazioni e il funzionamento del mio corpo con la mente, finisco per ottenere ciò che più profondamente temo!

 

Ci sono tante paure quante se ne possono inventare ed è così che ogni persona può avere la sua particolare forma di paura di morire d’infarto. In tutti i casi la terapia strategica rappresenta un approccio efficace in tempi brevi per affrontare e dunque superare la paura di morire d’infarto.

 

 

4.5 / 5 stars     

Breve bio Dott.ssa Claudia Riccardi

Check Also

Come curare la paura di impazzire?

La paura di impazzire è una delle paure più diffuse alla base del Disturbo da Attacchi …

2 commenti

  1. Sono sempre triste e ho tanta paura di morire d infarto

    • Molti oggi sono sempre tristi, vuoi per un motivo o per l’altro. Non è facile fare ciò che sto per dire, ma a volte funziona. Qualsiasi cosa accada, in fin dei conti, la tristezza continua non può portare benefici. Spesso soffermarsi su aspetti positivi della vita (come il fatto di poterne beneficiare) può farti subito sentire meglio. Curare la propria persona, sia fisicamente che emotivamente, assaporare un semplice momento magari accompagnato da un buon caffè e riflettere sull’universo – per esempio – può recare sollievo. Non ha senso, se ci pensi, soffermarsi su cose negative condizionando totalmente il nostro tempo. Non dimentichiamo, però, che la tristezza è un sentimento naturale, proprio come una brutta giornata di pioggia è essenziale per la natura che osservi.
      Spero di esserti stato utile! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.