Home / Ansia, paure e fobie / le paure dei bambini: come aiutarli a superarle

le paure dei bambini: come aiutarli a superarle

 

Cosi come negli adulti anche nei bambini esistono tante paure quante se ne possono inventare!

Superare quotidianamente piccole paure aiuta i bambini a crescere, diventare più sicuri e sentirsi più forti. Durante lo sviluppo ci sono costanti prove che il bambino deve superare in relazione alla crescita, allo sviluppo di nuove competenze fisiche e mentali e alle difficoltà relazioni, sociali e del sistema famiglia.

Le paure infantili dunque, fanno parte della crescita e non sono nulla di patologico ma se cominciano ad invalidare troppo la serenità del bambino (creando difficoltà nel sonno, disturbi di natura psicosomatica, isolamento, panico, evitamento, disturbi nell’alimentazione, etc…) i genitori deve correre ai ripari per evitare il costruirsi di un disturbo.  Quando una o più paure mettono in crisi le risorse del bambino e le strategie adottate dal genitore per aiutarlo diventano fallimentari, in alcuni casi la paura aumenta e le modalità erronee per superarla pongono la base per la costruzione di una difficoltà a se stante.

Quali sono le più comuni paure infantili?

  •  la paura della separazione materna (o del caregiver )
  • la paura del Buio
  • la paura di mostri e fantasmi
  • la paura della morte
  • la paura di addormentarsi e di sognare
  • la paura di oggetti specifici
  • la paura di cadere
  • paura di restare da solo
  • la paura di andare a scuola
e molto altro ancora! Si può avere paura di qualsiasi cosa anche della paura stessa!

Quali sono gli errori che i genitori devono evitare?

  1. Credere che le spiegazioni razionali siano lo strumento principale per aiutare il bambino a superare la paura! Non funziona con gli adulti figuriamoci con i bambini che invece prediligono un canale comunicativo più aneddotico, fantasioso.
  2. Costringere con la forza il bambino ad affrontare la paura.
  3. Acconsentire alle richieste del bambino (portarlo nel letto con mamma e papà, non portarlo a scuola, etc..). Ciò non farà altro che comunicare al bambino che ha ragione ad avere paura e a rinforzare positivamente la sua paura (“se ho paura i miei genitori fanno ciò che gli chiedo”).
  4. Parlare costantemente della sua paura in famiglia e fuori: ciò non farebbe altro che ricordare al bambino che ha paura.
In pratica la a paura va affrontata e  non evitata ma con la giusta modalità:
se dai fantasmi si scappa essi ci inseguiranno sempre, se invece si affrontano ecco che la paura si trasforma in coraggio! ma come aiutare i bambini a superare le loro paure? Ci sono varie possibilità a seconda della paura e della personalità del bambino vediamone alcune:
  • L’esposizione alla paura deve avvenire in modo graduale: ad esempio se il bambino ha paura del buio le prime notti il genitore può leggere una storia e addormentarsi accanto a lui nel lettino, pian piano il genitore si sposterà su una sedia, poi lascerà la luce accesa, poi la porta aperta etc…. Si va ad introdurre un piccolo cambiamento quotidiano tale da essere poco percettibile dal bambino ma da produrre una riduzione progressiva della paura.
  • Si deve seguire la logica del bambino per sabotarla: se il bambino ha paura di mostri, zombi e fantasmi, probabilmente già sa che  non esistono ma ci crede ugualmente perchè i bambini credono alle storie di fantasia o a ciò che vedono in televisione. Allora l’unico modo per aiutarli è quello di seguire questa logica! Il genitore può raccontare una storia con un protagonista in cui il bambino si può identificare che aveva trovato il modo per far scomparire i mostri dalla sua casa….
  • Si può solcare il mare all’insaputa del cielo: la psicologia strategica studia molte modalità in cui aiutare qualcuno ad affronatre una paura senza che se ne accorga. Ad esempio i bambini che hanno paura di tuffarsi o fare il bagno al mare riescono presto a superare una paura se sono con coetanei più che con i genitori. giocando a calcio in riva al mare si può produrre una piccola e graduale esposizione verso la paura. E questo vale in tutto il resto!  più il genitore sarà stratega nel mettere a punto un piano di questo tipo più il bambino supererà la paura!
  • La paura evitata diventa panico la paura affrontata diviene coraggio: Spesso la paura può essere amplificata con la fantasia, disegnata, manipolata con l’apposito obiettivo di essere superata. Gli esperti in psicologia strategica dell’infanzia adottano anche quest’ultima modalità risolutiva nei confronti delle paure, fobie e panico in età evolutiva.

3.5 / 5 stars     

Breve bio Dott.ssa Claudia Riccardi

Check Also

Come superare le paure?

La  paura di un male è a volte più pericolosa del male stesso! Oggi scopriamo …

3 commenti

  1. applicherò i consigli suggeriti: mia figlia di 3 anni è stata bersaglio di una coetanea e da allora ha paura di frequentare la scuola di danza ove si sono incontrate; sarei tentata di ritirarla, ma temo che questo gesto possa alimentare altre paure piuttosto che darle serenità. questa mia opinione sulla gestione della paura è, ovviamente, accompagnata da una marea di commenti negativi da parte di chi mi circonda…

  2. Salve dottoressa
    Mio figlio di tre anni da qualche tempo ha cominciato ad aver paura di sedersi sulle sedie, è terrorizzato all’idea di cadere anche se in realtà non è mai caduto da una sedia… Ho cercato di affrontare in maniera razionale il problema, di spiegargli che da seduti non si può cadere ma non ha funzionato… All’inizio pensavo fosse un capriccio, ma ogni volta comincia tremare, mi si aggrappa come se stesse per cadere in un burrone… Non so cosa fare, la paura è insorta all’improvviso, senza nessuna causa apparente e non so come gestirla.
    Spero che lei possa darmi un consiglio..
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.