Home / Psicologia gay / Psicologia Gay: strategicamente gay!

Psicologia Gay: strategicamente gay!

Essere gay in Italia e nella nostra società e cultura non è facile purtroppo e la psicologia per anni non ha fornito grande supporto. Rabbrividisco ancora quando sento che alcuni psicologi e psicoterapeuti cercano e studiano tecniche per cambiare l’orientamento sessuale dimenticando che l’ omosessualità non è una patologia!

Riprendo le parole dello scenziato Gessa:Per l’omosessualità non c’è cura. Perché non è una malattia. La cura invece c’è per chi ha avversione verso i gay, li rifiuta e si scatena con aggressioni verbali e fisiche contro di loro”  Gianluigi Gessa

 

 

images (46)

la terapia strategica è l’arte del problem solving e della comunicazione e spesso è di valido aiuto per gestire tutte quelle difficoltà che molti gay si trovano a dover affrontare:

  • difficoltà relazionali e comunicative con la famiglia d’origine
  • difficoltà relazionali
  • difficoltà lavorative
  • problematiche di coppia
  • problematiche evolutive (desiderio di genitorialità, etc…)
  • omofobia
  • ansia e paure

 

L’obiettivo dell’intervento strategico non è analizzare le cause, cercare le colpe, analizzare i complessi infantili ma è quello di condurre la persona verso le sue mete affinché esprima il suo massimo potenziale! 

Spesso si sente parlare di coming out e spesso il coming out è un obiettivo importante ma come portare la persona che ha paura a trasformarla in coraggio con una logica razionale e senza strumenti? La Terapia Strategica si occupa di dare degli strumenti comunicativi, relazionali che sono allo stesso tempo pragmatici e sfuggono al controllo consapevole spesso dominato da rabbia, dolore e paura.

Ma come diventare dei gay strategici?

Purtroppo per gestire il rifiuto, l’omofobia e la vita quotidiana spesso è necessario conoscere l’arte strategica!

Molti si chiudono nella loro nicchia trovando una tana sicura che se da un lato rassicura dall’altro crea un’insicurezza maggiore, molti giovani si sentono costretti a mascherare la propria identità sessuale e hanno una tremenda e ragionevole paura di non essere accettati dalla propria famiglia, assunti a lavoro e di innamorarsi di persone eterosessuali.

 

 

L’omosessualità è un dono al proprio sesso!!

4 / 5 stars     

Breve bio Dott.ssa Claudia Riccardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.